Featured Posts

Pulizia del lago a Porto Ceresio - ritrovamento di un residuo bellico

Nell’ultima giornata della manifestazione Spazzatura Kilometrica lanciata dall’Associazione ON, il Gruppo Subacqueo GODiving si è dedicato alla raccolta dell’immondizia sotto al lungolago di Porto Ceresio. La giornata, realizzata anche grazie alla collaborazione degli amici svizzeri di AsFoPuCe, del gruppo softair Lupi Grigi e del Comune di Porto Ceresio, completa il trittico di “pulizie del lago” che ha coperto anche Brusimpiano (sempre nel Lago di Lugano) e Ganna (Lago di Ghirla).

Quest’oggi dal fondale è emerso anche un residuato bellico, apparentemente una bomba da mortaio da 81 o 120 millimetri. I Carabinieri, giunti rapidamente sul posto, hanno inviato immagini digitali dell’ordigno agli artificieri dell’Arma e hanno transennato l’area in attesa della rimozione dell’ordigno.

Ripescato e consegnato alle autorità anche un portafoglio contenente documenti di un residente in zona Tradate.

Questi curiosi ritrovamenti non hanno interrotto l’attività dei subacquei che, imperterriti, hanno raccolto quintali di spazzatura, principalmente bottiglie, vasi, cartelli e lattine. L’immersione di pulizia si è svolta a partire da Piazzale Luraschi sotto all’ameno lungolago pensile, con una profondità massima volutamente limitata a 10 metri. I 10 sommozzatori erano attrezzati per resistere alla rigida temperatura del Ceresio (9° C). Tra loro anche due ragazzi di 13 e 15 anni e Massimo Vergori che festeggiava la trecentesima immersione.